"Sam Bartram" il portiere dimenticato nella nebbia


Era il 25 dicembre 1937 e a Stamford Bridge si affrontavano Chelsea e Charlton Athletic, ma al 55° succede qualcosa.

di Mirco Zani





Il Boxing day in Inghilterra è il turno natalizio del calcio inglese, può cadere sia a Natale che a Santo Stefano. Il 25 dicembre del 1937, a Stamford Bridge era come tutto il Regno Unito avvolto da una coltre spessissima di nebbia, roba da andare a sbattere contro un palo.

E Sam Bartram, portiere - e poi leggenda - del Charlton Athletic, quel giorno di Natale del 37 ne aveva ben tre da difendere e in quelle condizioni meteo. Sebbene il calcio in Inghilterra sia cambiato radicalmente, è paradossalmente, rimasto lo stesso: il pallone viene prima di ogni cosa...anche del Natale. L'approccio dev'essere stoico, ci fosse da affrontare anche una bufera, si gioca.... Poi si vedrà. E si ragionò proprio in questi termini, quel giorno, in quel del "Fulham Road". Doveva andare in scena il derby londinese tra il "Chelsea" e il "Charlton Athletic". In porta negli ospiti gioca un ragazzone di appena 22 anni, Samuel (Sam) Bartram: fisico scolpito nell'acciaio, lo sguardo da scavezzacollo e l'inseparabile Berretto. Era a difendere i pali del suo Charlton anche in quel nebbiosissimo pomeriggio del 25 Dicembre, che scendeva progressivamente, è sempre più minacciosa tanto che all'intervallo, non si vedeva più niente. Le squadre tornano in campo. Tuttavia, ormai, si "pascolava" senza una meta: la coltre di umidità era talmente fitta che indusse alla consultazione arbitro e capitani, allo scoccare del 55'. Al diavolo l'atteggiamento stoico, si torna negli spogliatoi.


Il fischio debole del direttore di gara, la presa di coscienza dei Pensioneers che, senza obiettare, abbandonano lo stadio, che a poco a poco si svuota, in campo e sugli spalti, non c'è più nessuno..... o meglio, non proprio nessuno. Passano una trentina di minuti: il silenzio ovattato della nebbia natalizia, viene rotto da urla decise: "Ehi, ehi tu! Ma che ci fai ancora lì ? Ma non vedi che se ne sono andati tutti?" Quelle urla, quella sagoma che si stava avvicinando, corrispondevano a quelle di un poliziotto, il quale si era accorto che dopo ben 30 minuti dalla sospensione, Sam Bartram era ancora lì, tra i pali di una delle due porte di Stamford Bridge. Interdetto, rientrò negli spogliatoi, dove ritrovò i suoi compagni, lavati e rivestiti in giacca e cravatta d'ordinanza e che scoppiarono in una fragorosa risata.

Bartram, all'epoca 23enne, e la sua storia, erano diventati già leggenda.

10 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti